iMonumenti.it » Piemonte » Biella

Basilica e Chiostro di San Sebastiano, - Biella

Luogo: Biella
Indirizzo: Via Q. Sella
Telefono: 000-000000
Giorni per visitarlo: Lunedi, Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato, Domenica
Tematica: Chiese, Cattedrali, Basiliche
Visitato: 9101 volte
Sito Web: Non consultabile!

Descrizione
Con il trasferimento della Congregazione dei Lateranensi a Biella, nel 1498, venne ordinata la costruzione del complesso conventuale di San Sebastiano. Committente dell'opera fu Sebastiano Ferrero, generale delle finanze della Corte dei Savoia, il cui fratello Bartolomeo apparteneva all'ordine. La costruzione venne operativamente iniziata nel 1500 e proseguì fino al 1540.
Ancora alla fine dell'800 la facciata del convento era incompleta, per cui fu indetto un corcorso per la realizzazione degli ultimi lavori, che terminarono nel 1887.
L'impianto del tempio è a tre navate: quella centrale presenta una volta a botte, sorretta da esili colonne, mentre quelle laterali hanno quattro campate con volta a crociera e su di esse si aprono altrettante cappelle ai lati.
A nord-ovest della chiesa si trova il chiostro dell'antico convento, che presenta un portico poggiante su arcate.
La decorazione ad affresco dell'interno della chiesa è di notevole interesse artistico.
E' infatti realizzata secondo il motivo della grottesca, tipico stilema rinascimentale, che venne in auge dopo la riscoperta della Domus Aurea di Nerone ai Fori Imperiali di Roma, e che presenta intarsi di foglie, figure umane stilizzate, secondo dettami codificati ed iconograficamente molto riconoscibili.
Nella decorazione della volta della navata centrale si distinguono fasce perpendicolari ed al centro della raffigurazione, tre medaglioni e la figura del Santo dedicatario.
La volta delle navate laterali invece, reca immagini di gusto erudito classico: filosofi romani e dell'antichità, episodi mitologici o bucolici, figure di condottieri militari romani e greci, iscrizioni a scopo didattico e moralistico. Il tutto è racchiuso in medaglioni, quindi il tema di parte della volta centrale si allarga alle navate laterali.
Una delle capelle della navata destra reca il pregevole Polittico dell'Assunta di Bernardino Lanino del 1543.
L'unica cappella interamente affrescata si trova nella navata sinistra e presenta sulle pareti la Crocifissione e nella lunetta la Pietà. Gli affreschi risalgono al secolo XVI e sono probabilmente opera di un maestro della scuola lombarda, sotto commissione di Filiberto Ferrero Fieschi, signore del feudo in cui si trovava il monastero di San Gerolamo, che vediamo come sfondo della Crocifissione.
Il coro in legno intagliato risalente al 1545, è opera di Gerolamo de Mellis e presenta il singolarissimo motivo decorativo realizzato attraverso l'inserzione di placche di bronzo e di ceramica di Limoges del XIII secolo.
Infine, degno si nota è il pentittico cinquecentesco di Defendenti Ferrari, con al centro Maria, Gesù Bambino e i Santi.
Opinioni
Nessuna opinione rilasciata per questo monumento!
Rilascia un'opinione --»


Ricerca Avanzata:




Tematiche Monumenti: Biella
» Chiese, Cattedrali, Basiliche
» Monumenti civili

Monumenti nelle citta' limitrofe
Nessun monumento disponibile!

Visita anche::
 » Musei Biella
 » Palazzi Biella
 » Abbazie Biella
 » Eventi Biella

Aggiorna Monumento - Contatta il nostro Staff  
 

Copyright © 2006 - Tutti i diritti riservati