iMonumenti.it » Basilicata » Matera

Cattedrale di S. Maria della Bruna - Matera

Luogo: Matera
Indirizzo: Piazza Duomo
Telefono: 000-000000
Giorni per visitarlo: Lunedi, Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato, Domenica
Tematica: Chiese, Cattedrali, Basiliche
Visitato: 7325 volte
Sito Web: Non consultabile!

Descrizione
La Cattedrale di Matera è dal 1389 intitolata a Santa Maria della Bruna, patrona della città. Questa dedica trae origini dal miracolo avvenuto a Matera in data imprecisata. Un carrettiere che transitava, venne avvicinato da una giovane donna che chiedeva un passaggio per giungere in città. L'uomo la fece salire, ma le chiese di scendere in prossimità della città, per non suscitare le gelosie della moglie. La donna acconsentì, ma chiese al carrettiere di consegnare al vescovo un messaggio da parte sua, cosa che l'uomo si precipitò a fare. Il messaggio era firmato Maria Madre di Gesù e chiedeva di andare a prelevare la stessa nel luogo dove era stata lasciata. Al ritorno nel punto in cui aveva lasciato il carretto, il carrettiere lo trovò mutato in un carro trionfale, coronato dalla statua della Madonna, la quale fu portata in trionfo sulla piazza principale e consacrata protettrice della città. La Festa della Vergine si ripete ogni anno il 2 luglio, con una processione e festeggiamenti in città.
Il nome Madonna della Bruna ha etimologia controversa: c'è chi dice ricordi il colore della pelle della ragazza, chi si rifaccia Hebron, luogo della Visitazione, chi al significato medievale di bruna, corazza, protezione, quindi Madonna protettrice.
La chiesa, che nasce su due preesistenti cripte, distrutte nel corso di saccheggi, e sulle fondamenta della chiesa di Sant'Eustachio, co-protettore della città, venne eretta nel 1270, su di uno spuntone di roccia, sovrastante due sassi, e presenta una facciata ed un lato destro in stile romanico pugliese ed al fondo, un campanile a tre piani. Sulla facciata troviamo un magnifico rosone che simboleggia la ruota della fortuna, l'altalenarsi di sorte positiva e negativa nel corso della vita e delle vicende umane, sormontato da una statua dell'Arcangelo Michele. Il portale della facciata è coronato da una statua della Madonna della Bruna e si trova al termine di una scalinata. Sulla facciata laterale destra si aprono due porte, mentre le due porte della facciata laterale sinistra sono state chiuse. All'interno il substrato medievale è stato per la più parte coperto da decorazioni barocche. L'impianto è a croce latina, a tre navate divise da colonne che tuttora recano capitelli medievali, tra i pochi resti architettonici dell'interno non riammodernati in epoca barocca. La navata centrale è molto luminosa, grazie alle 10 alte finestre che si aprono sui lati. Il suo soffitto è decorato da affreschi settecenteschi. Nell'abside, si può ammirare il notevole coro ligneo, opera Giovanni Tarantino da Ariano Irpino, che si trova dietro all'altar maggiore restaurato nel 1627, così come un'immagine su tela dell'Assunta e dei Santi, del 1627, di scuola veneziana. In alto, troviamo l'imponente organo a duemila canne, opera dei fratelli Ruffatti di Padova (1955).
Sul lato sinistro della chiesa si trova la cappella in cui è conservato un prezioso presepe del 1534, con statue in pietra policroma di grandi dimensioni, opera di Altobello Persio e Sannazaro d'Alessandro. Successivamente è collocata la Cappella dell'Annunziata, che è seguita da un piccolo ingresso per accedere al cortiletto in cui si trova la chiesetta di Santa Maria di Costantinopoli.
A destra dell'ingresso principale, i lavori di restauro hanno fatto riemergere il Giudizio Finale, un superbo affresco del secolo XIV, che con altri affreschi raffiguranti S. Pietro Martire, S. Giuliano, la Vergine col Bambino, e S. Luca, è tutto ciò che rimane dell'estesa decorazione pittorica medievale attribuita a Rinaldo da Taranto.
Si conservano inoltre nella sacrestia del Duomo di Potenza notevoli tesori d'oreficeria.
Opinioni
Nessuna opinione rilasciata per questo monumento!
Rilascia un'opinione --»


Ricerca Avanzata:




Tematiche Monumenti: Matera
» Chiese, Cattedrali, Basiliche
» Siti archeologici

Monumenti nelle citta' limitrofe
Nessun monumento disponibile!

Visita anche::
 » Musei Matera
 » Palazzi Matera
 » Abbazie Matera
 » Eventi Matera

Aggiorna Monumento - Contatta il nostro Staff  
 

Copyright © 2006 - Tutti i diritti riservati